Video tutorial

Fai da te

Blog

Testimonial

progetto sociale

Mi chiamo Simone e mi occupo di tinteggiature e rifiniture d’interni.
Vorrei presentare un’ idea che ho maturato nel tempo e che ritengo meriti di non rimanere un sogno, ma, mi piacerebbe, si concretizzasse in un vero progetto .

La mia attività mi consente di spostarmi e conoscere tantissime persone e con molte di loro ho instaurato buone relazioni d’amicizia, che vanno oltre il rapporto lavorativo. Con il tempo, e sempre grazie al mio lavoro che è soprattutto basato sulla relazione, ho avuto modo di sperimentare tante situazioni di difficoltà e confrontandomi con gli amici più sensibili mi è capitato spesso di parlarne e questo ha ulteriormente consolidato quello che da sempre è il mio modo di pensare e che è diventato un po’ il mio stile di vita.

Credo che siamo in questo pianeta per condividere, è questa è l’essenza della vita. Condividere ci arricchisce, ci stimola, ci consente di crescere, è uno scambio alla pari, quando dai ricevi sempre, e non parlo in termini economici ma in termini di relazioni, anche solo un sorriso, un grazie con gli occhi lucidi, un abbraccio. Capisci che se riesci a modificare, anche di poco, la vita di una persona è un’opportunità straordinaria, non solo per chi riceve, ma anche per chi dona.

Da qui ho maturato l’idea di creare una comunità, una rete di persone che desidera offrire il proprio aiuto in situazioni di reale necessità, economica ed emotiva.
Talvolta quelli che possono sembrare piccoli gesti portano grandi risultati. Insomma qui vale il detto “l’unione fa la forza”.
Quindi desidero sfruttare in toto questa opportunità, condividendo.
E’ un modo che mi consente di esprimere la mia gratitudine per le belle cose che ho nella vita. Un saggio scrisse: “C’è più felicità nel dare che nel ricevere”
Quindi la felicità deriva anche dal darsi agli altri con azioni concrete che aiutano a stare meglio.
Questo progetto non lo posso supportare da solo, crollerebbe nel giro di pochi mesi e crollerei anche io perché ho dei limiti come essere umano, ho bisogno di persone speciali, di persone che desiderano aiutare gli altri, persone che sanno che la condivisione porta benessere collettivo e a se stessi.

Il mio desiderio è che nel tempo possano aderire altre figure professionali , come idraulici, elettricisti, falegnami, mobilieri, nutrizionisti, psicoterapeutici, dentisti, insomma diverse competenze che possono essere utili per aiutare altri in un momento di difficoltà o di tragedia. La molla che mi ha dato il coraggio di espormi è un fatto capitato recentemente. Qualche tempo fa fui contattato da una nuova cliente .

Dal successivo colloquio telefonico rimasi piacevolmente colpito dai suoi toni cortesi e gentili. Mi informò da subito dell’ impellenza di eseguire dei lavori in casa, per via dell’ imminente matrimonio del figlio e, quasi giustificando la richiesta, mi accennò che prima i lavori in casa li svolgeva il marito ma, purtroppo, era morto da un mese. Qualche giorno dopo mi recai a fare il sopralluogo e così ebbi l’occasione di conoscere anche la sua famiglia composta da un unico figlio e il loro cane.

Prima di prendere le misure delle pareti da tinteggiare ebbi modo di scambiare due chiacchiere con la mia cliente e in quell’ occasione mi raccontò del marito e dell’ attuale situazione dolorosa e difficoltosa che stava vivendo, in vista anche del fatto che il figlio dopo un mese si sarebbe dovuto sposare . Mi disse che ora lei si trovava a dover organizzare tutto da sola. Se ci fosse stato il marito avrebbe sistemato le pareti, tinteggiato la casa e l’avrebbe aiutata ad organizzare il matrimonio. Purtroppo ora, completamente disorientata, non sapeva a chi affidarsi.

Una situazione non facile per una donna che vive tutta la vita con la persona che la ama , la coccola e le risparmia e le risolve tutti quei problemi apparentemente banali.
A quel punto, non so perché, le raccontai un po’ della mia storia … forse per consolarla e farla sentire meno sola.
Anche io ho perso mia madre quando avevo 13 anni , capisco il senso di vuoto che si crea in famiglia, la solitudine e la sofferenza che c’è quando muore una persona speciale. Conoscevo bene il senso di frustrazione e di impotenza di quei momenti. Per cui fu facile per me interpretare il senso di dolore e smarrimento che si respirava in quella casa.
Qualche giorno dopo preparai il preventivo di spesa, cercando di mantenere un profilo basso di prezzi , desideravo aiutarla perché la sua situazione mi aveva davvero colpito. Purtroppo però la signora non poteva affrontare la spesa, nonostante i costi notevolmente ridotti, e nei giorni successivi pensai più volte come poterla aiutare.

Alla fine giunsi a questa conclusione : “Invece che dispiacerti, che è una cosa nobile ma alla fine non porta risultati, cosa puoi fare di concreto per aiutarla e per aiutare altre persone che sono nella sua situazione?”
Allora come promotore ho pensato di regalare un buono omaggio da € 600, che ho già fatto avere alla signora. Le ho spiegato che lei era la prima a far parte di questo programma e a grandi linee le ho presentato i contenuti e le finalità del mio progetto . Poteva utilizzare quel buono per tinteggiare la porzione di casa che preferiva e con i colori che desiderava.
E’ vero questo è solo l’inizio, ma sappiamo che il percorso ed il viaggio sarà meraviglioso e pieno di piacevoli sorprese.
E come dice Madre Teresa di Calcutta:

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell'oceano, ma se non lo facessimo l'oceano avrebbe una goccia in meno”.
E AGGIUNGO ANCHE CHE TANTE GOCCE POSSONO FORMARE UN OCEANO, VOI SIETE UNA GOCCIA, VOI SIETE L’OCEANO

Contattaci

Our Address
Tinteggiando Casa
Cagliari, Italia
Phone
+39 340 509 3090
Email Us
info@tinteggiandocasa.it